Regione Veneto

CILAS

CILAS: CILA superbonus
 Le pratiche c.d. CILAS superbonus ai sensi dell’art. 119 del Decreto Legge n. 79 del 20.07.2020 vanno presentate secondo le seguenti indicazioni:
  •  indicare nella CILAS i soli interventi che rientrano nel superbonus 110%
  •  verificare che gli interventi siano conformi al Piano Regolatore Generale del Comune e rispettino gli specifici gradi di protezione previsti su alcuni edifici;
  •  in caso di interventi che eccedono il superbonus (per esempio miglioramento energetico con cappotto e contestuale realizzazione di interventi edilizi non soggetti a superbonus) è necessario presentare due distinte pratiche:
    preventivamente quella complessiva (SCIA, PdC, CILA) e successivamente la CILAS per i soli interventi ammessi a superbonus;
     rientrano nella CILAS anche gli interventi che riguardano parti strutturali degli edifici e dei prospetti (escluse demolizione e ricostruzione) in quanto rientranti, solo per questa tipologia di pratica, nella manutenzione straordinaria;
  • vanno presentati con CILAS anche gli interventi di edilizia libera comprese le manutenzioni ordinarie, per la casistica vedi GLOSSARIO Edilizia Libera - DM 2.03.2018;
  •  vanno attestati gli estremi del titolo abilitativo che ha previsto la costruzione dell'immobile oggetto d'intervento o del provvedimento che ne ha consentito la legittimazione (per es. condono, o sanatoria) ovvero va attestato che la costruzione è stata completata in data antecedente al 1° settembre 1967;
  •  non è richiesta l'attestazione dello stato legittimo, ma resta impregiudicata ogni valutazione circa la legittimità dell'immobile oggetto di intervento, quindi il Comune potrà successivamente effettuare verifiche circa lo stato legittimo degli immobili;
  •  nel caso in cui il proponente ritenga necessario allegare alla CILAS tavole progettuali grafiche, opportune in caso di manutenzione straordinaria, queste dovranno riguardare esclusivamente gli interventi rientranti nel superbonus 110%, e dovranno riportare lo "stato rilevato" e lo "stato di progetto";
  •  se necessitano segnalazioni, comunicazioni, atti di assenso, ecc. va formulata richiesta contestuale al deposito della CILAS, allegando la necessaria documentazione progettuale (es. autorizzazione paesaggistica, autorizzazione sismica, autorizzazione idraulica, autorizzazione ente tutore fascia di rispetto stradale, ecc.);
  • non sono previsti costi per la presentazione della CILAS, solo in caso di contestuale presentazione di istanze o atti di assenso, saranno dovute due marche da bollo 
  • le varianti in corso d’opera vanno presentate contestualmente alla comunicazione di fine dei lavori;
  • è obbligatorio indicare nel cartello di cantiere la specifica dicitura: “Accesso agli incentivi statali previsti dalla Legge 17 luglio 2020 n. 77 superbonus 110 per cento per interventi di efficienza energetica o interventi antisismici”;
  • gli interventi oggetto di CILA superbonus non necessitano di segnalazione certificata di agibilità (SCA).
      
 La presentazione della CILAS dovra' avvenire esclusivamente per via telematica.
 
  
Allegati obbligatori
 
  elaborato progettuale che può consistere nella mera descrizione, in forma sintetica, dell'intervento da realizzare. Se necessario per una più chiara e compiuta descrizione ed in caso di manutenzione straordinaria, è opportuno allegare elaborati grafici illustrativi
  •  in caso di interventi strutturali, il progettista deve indicare nei riquadri 2 e 3 la denuncia dei lavori presentata o l’autorizzazione sismica per la quale richiede il rilascio contestualmente all’inoltro della CILAS
  • in caso di presentazione di due pratiche, un titolo edilizio e una CILAS, in quest’ultima va indicato che trattasi del medesimo intervento sotto i vari aspetti (es. autorizzazione paesaggistica, data inizio lavori, deposito preavviso e denuncia strutturale ecc..)
Sarà inoltre necessario allegare la documentazione prevista per gli adempimenti prescritti da altre normative speciali in materia di miglioramento energetico, l’utilizzo fonti energetiche rinnovabili, prestazioni energetiche, sicurezza degli impianti, sicurezza sui cantieri ecc… 
torna all'inizio del contenuto